Trump presidente USA : crollano le Borse mondiali

Donald Trump è il 45esimo presidente degli Stati Uniti: panico sui mercati finanziari, con dollaro e greggio a picco. Vola l’oro. Gli analisti si attendono un effetto analogo a quello registrato lo scorso giugno dopo il referendum sulla Brexit, quando l’esito del voto sull’uscita del Regno Unito dall’Unione europea, aveva prodotto un’ondata di vendite sulle Borse di tutto il mondo. Piazza Affari perde in apertura oltre 3,5 punti percentuali.

Effetto Trump sui mercati finanziari

In Asia, Shanghai ha perso l’1,3 per cento, Hong Kong il 2,8 per cento e Tokyo è crollata del 5,35 per cento. La vittoria di Donald Trump terrorizza dunque i mercati. Indetta una riunione d’urgenza tra i vertici del ministero delle Finanze nipponico e la banca centrale del paese, per discutere sugli effetti provocati dai risultati inattesi delle presidenziali Usa.

I future del Dow Jones, sulle previsioni di apertura di oggi, arretrano al momento di 700 punti, giù del 5 per cento, quelli del Nasdaq perdono 225 punti, in ribasso del 4,69 per cento, e quelli del S&P 500 di 90 punti, in calo di oltre il 4 per cento.

In Europa i listini sono tutti in forte ribasso, con Londra che arretra del 4,3 per cento, Francoforte del 4,75 per cento e Piazza Affari in rosso del 3,45 per cento.

Della vittoria di Donald Trump i mercati finanziari temono la grande incertezza che va a profilarsi all’orizzonte, anche a seguito degli annunci di chiusura commerciale degli USA e le note divergenze con la banca centrale americana, la Federal Reserve, guidata da Janet Yellen.

Effetto Trump: Dollaro e Petrolio

Il dollaro perde al momento contro tutte le principali valute. Arretra del 3,7 per cento sulla divisa nipponica a 101,2 yen mentre l’Euro guadagna il 2,4 per cento a 1,1288 dollari.

In aumento anche la sterlina dell’1,35 per cento a quota 1,2543 dollari e il dollaro canadese, in crescita dell’1,7 per cento.

Crolla la moneta messicana rispetto al dollaro USA di oltre 13 punti percentuali. Ricordiamo a tal proposito che Trump ha annunciato di volere costruire un muro lungo il confine tra gli USA e il Messico e ridiscutere il “North American Free Trade Agreement”, ovvero l’intesa commerciale tra gli Stati Uniti, il Canada e il Messico.

Giù anche il petrolio, con il Wti che perde il 3,7 per cento a 43,28 dollari al barile e il Brent in flessione del 3,4 per cento a 44,46 dollari.

Vola come da previsioni l’oro, bene rifugio per eccellenza, in progresso del 4,5 per cento a 1.332 dollari l’oncia.

Infine in rialzo lo spread tra Btp italiani e Bund tedeschi di oltre 10 punti base a 166 punti.

Salva

Salva

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here