Segnali di trading: guida completa

Cosa sono i segnali di trading? Come funzionano i segnali di trading? Dove trovare i segnali di trading migliori?

Ognuno trader vorrebbe trovare il modo di guadagnare col trading online ottenendo informazioni esclusive. Che anticipino le notizie di mercato e cosa potrebbe accadere. Così per fare la puntata giusta e guadagnare un bel po’.

Purtroppo però nella realtà non siamo in Ritorno al futuro II, quando l’antipatico Biff Tannen trova un Almanacco portato nel presente da Martin McFly, che gli consentirà di vincere tutte le scommesse e diventare miliardario nel futuro.

Inoltre, la spasmodica ricerca del successo a tutti i costi, ci spinge anche a cascare in truffe che ci rendono tutto facile. Raccontandoci che investendo in una piattaforma e spingendo un semplice bottone, guadagneremo migliaia di euro al giorno senza alcuna conoscenza sul trading. Solo perché questa piattaforma si basa su miracolosi algoritmi capaci di prevedere il futuro.

Ovviamente, sono tutte fandonie. E per quanto il trading automatico esista (detto anche Trading bot), non è certo quello presentato da queste truffe. Messe in piedi al solo scopo di fregare il prossimo, con tanto di società con sede nei cosiddetti Paradisi fiscali.

I segnali di trading, quelli seri, sono dei suggerimenti. E non sono certo infallibili. Ma tutt’al più possono essere formulati da esperti del settore che cercano di farci guadagnare sottoscrivendo un abbonamento. Inviando tali segnali via emial, via sms o tramite chiamata diretta.

Nei prossimi paragrafi, vedremo cosa sono i segnali di trading, dove trovare i migliori.

Partiamo dal principio che per guadagnare con il trading online è possibile, ma solo se ci si affida a dei broker seri e professionali, come ad esempio lo è Investous (clicca qui per visitare il sito ufficiale). Ad esempio Investous offre un servizio ottimo di segnali gratuiti (che puoi ricevere cliccando qui) per essere subito operativi su vari asset, un bel vantaggio.

Segnali di trading cosa sono

Cosa sono i segnali di trading? Si tratta di suggerimenti inviati ai trader che ne fanno richiesta, al fine di prendere le decisioni giuste durante le negoziazioni quotidiane sui mercati finanziari.

Si tratta, come detto, di consigli. Quindi, nessuna imposizione. Se non siamo convinti di ciò che ci viene detto nel segnale di trading, non siamo costretti ad eseguire. Magari potremmo avere ragione noi.

I segnali di trading hanno lo scopo di suggerirci qualcosa a cui non avevamo fatto caso, alla quale non eravamo arrivati con le nostre analisi.

Nessuno ha la palla di vetro e chi dice ciò, vi sta solo mentendo. Per quanto chi le formula possa essere esperto di trading, non ha l’almanacco come Biff. Semplicemente, si sta basando su intuito ed analisi tecniche e fondamentali.

Del resto, qualora i segnali di trading si rivelassero più di una volta fallaci, possiamo disdire il servizio. Magari provandone altri.

Possono aiutare chi è alle prime armi e cerca suggerimenti. Magari inizialmente ci si può fidare di più di loro. Ma una volta che abbiamo acquisito una discreta esperienza, tra perdite e profitti, allora potremmo pensarli come un dippiù alle nostre strategie. Ad esempio un ottimo servizio di segnali è fornito dal broker Investous (trovi tutti i dettagli qui).

Segnali di trading come funzionano

Come funzionano i segnali di trading? Assumono le vesti di una notifica, o, per usare un linguaggio più tradizionale e appropriato, un vero e proprio avviso. Il quale conterrà:

  • una o più notizie sul mercato in generale
  • una o più notizie sui vari asset o sull’asset sul quale abbiamo scelto di puntare (Valute, Azioni, Metalli preziosi, Materie prime, Indici azionari, Criptovalute)
  • suggerimenti su quando è il momento più appropriato per investire. Quindi data e orario

A queste informazioni, che sono quelle generiche che solitamente i segnali di trading contengono, se ne possono aggiungere altre più specifiche. Ovviamente, dipende dal Broker presso il quale si è deciso di attivarle.

Riguardo la modalità con cui tali segnali di trading sono inviati, possono avere i seguenti formati:

  • sms
  • messaggio chat
  • software
  • email
  • chiamata diretta

Ogni broker prevede un tipo di modalità diversa e sarà scelta dal trader in base a quella che ritiene più comoda.

Segnali di trading costi

Quanto costano i segnali di trading? Essendo il mercato dei Broker molto vasto, troverete diverse modalità. Ci sono Broker che li offrono in modalità Free (gratuita), magari in aggiunta alla vostra iscrizione alla piattaforma di trading.

Poi ci sono i segnali di trading Freemium, ossia quelli che offrono una prova iniziale gratuita (in genere 15 giorni o un mese a partire dalla data di iscrizione al Broker), per poi passare, se si vuole continuare, ad un servizio a pagamento.

Infine, ci sono i segnali di trading che prevedono la sottoscrizione di un abbonamento fin dalla prima attivazione.

Piattaforme di trading con segnali gratuiti

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su BitcoinPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCFD, criptovaluteSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

Segnali di trading gratuiti truffa?

Solitamente, riteniamo che i servizi gratuiti siano meno efficaci di quelli a pagamento. O addirittura una truffa. Facciamo chiarezza.

In linea generale, i segnali di trading gratuiti sono validi e affidabili quando a proporli è un Broker con regolare licenza per operare. Vi chiederete: perché propongono gratuitamente un servizio? Cosa ci guadagnano?

La risposta è più semplice di quanto si pensi. Il Broker guadagna grazie ai guadagni del trader, mediante lo spread imposto su ogni profitto guadagnato tramite un trade. Inoltre, il Broker impone delle commissioni sui servizi che il trader utilizza via via nel corso del suo utilizzo della piattaforma.

Quindi, un trader vincente, che usa molto la piattaforma e guadagna spesso, automaticamente fa guadagnare il Broker.

Pertanto, il Broker avrà tutto l’interesse ad inviargli segnali di trading validi, che possano farlo guadagnare. Ad esempio Investous ha un ottimo servizio di segnali che trovi a questa pagina.

Diverso il discorso dei segnali di trading gratuiti proposti dalle piattaforme di trading automatiche fasulle. Quelle che ci dicono di farci guadagnare facilmente, senza alcuna conoscenza del settore.

Ci chiedono solo di caricare il conto (solitamente con 250 euro) e di effettuare altre ricariche per incassare il primo guadagno, riprovarci in caso di problema tecnico, ecc.

Alla fine, scopriremo che non solo non abbiamo guadagnato niente ma non riusciremo neppure a tornare in possesso dei capitali investiti in buona fede. In quanto questi broker hanno sede in Paradisi fiscali, chiamati così poiché offrono protezione a chi ivi porta i propri capitali.

Come riconoscere segnali di trading truffa?

Per fortuna, setacciando molte di queste piattaforme, abbiamo notato che alla fine hanno sovente sempre le stesse caratteristiche.

In primis, si presentano come un sistema esclusivo, detentore della verità e di un sistema per pochi eletti. Spingendoci pure a fare presto altrimenti perderemo l’esclusiva. Una sorta di club privato, che rievoca quello al quale voleva iscriversi Homer in una puntata: I tagliapietre.

Altra caratteristica onnipresente è quella che vede queste piattaforme proporsi con finte pubblicità. Le quali ritraggono un Vip che parla bene di essa, sorridente.

Spesso viene tirato in ballo Bill Gates, proprio perché fondatore di un colosso informatico come Microsoft. Quindi chi meglio di lui può promuovere una piattaforma online? Altro personaggio sovente tirato in ballo è Elon Musk, pittoresco e futuristico fondatore di Tesla.

In Italia troviamo spesso Vasco Rossi, Valentino Rossi, Marco Baldini, Flavio Briatore, Gianluigi Buffon.

Oltre ai Vip, le pubblicità presentano persone comuni che hanno “svoltato” dopo aver usato il broker. Spesso addirittura homeless.

Ancora, altra caratteristica immancabile è il fatto che il nome del Ceo di questa piattaforma cambia nome in ogni Paese. Come fosse una spia degna del miglior KGB durante la Guerra Fredda.

Queste piattaforme truffa con segnali di trading infallibili non hanno alcuna licenza per operare e spesso sbandierano la sede a Londra, con tanto di indirizzo.

Ma ciò non vuol dire niente. Avendo sede in Gran Bretagna, dovrebbero avere anche la licenza della FCA, l’organismo di controllo sui mercati finanziari britannici. Praticamente la Consob britannica.

Come fare se siamo cascati in una di queste truffe? Oltre a presentare comunque sempre denuncia alle autorità giudiziarie preposte (come la Polizia postale), si può puntare al chargeback, cioè chiedere alla propria banca o al circuito utilizzato per inviare denaro alla piattaforma, di riottenere indietro gli importi.

Ovviamente, ci vorrà qualche mese per avere almeno una prima risposta. Vi sarà richiesto di compilare un modulo, inviare copia della denuncia e qualche prova che attesti le transazioni avvenute. In genere, vi sarà richiesto di inviare il tutto via Fax o in formato digitale o tramite raccomandata A+R. A seconda di quanto previsto dalla società emittente la carta che avete usato o il bonifico che avete inviato.

Tuttavia, occorre anche specificare che esistono segnali di trading automatici che agiscono in modo onesto e in buona fede. Sono software che inviano segnali di trading automatici. Di seguito vediamo cosa sono, come funzionano e i migliori.

Trading automatico cos’è

Cos’è il trading automatico? Si chiama in questo modo poiché effettua il trading per conto del trader.

Il servizio elabora segnali di trading inviati al trader che ne fa richiesta sottoscrivendo un abbonamento. Possiamo dividerli in 3 tipi:

  • Algoritmi automatici
  • Forex robot
  • expert advisor

Tuttavia, come già detto, il trading automatico non deve essere inteso come le piattaforme viste in precedenza. Anche le migliori in circolazione hanno come presupposto fondamentale che il trader abbia conoscenze in materie di trading online. E non si affidi solo ad un sistema che lavori al suo posto.

Dovrà quindi egli stesso inserire dei dati, fare delle scelte preventive, capire su quali asset puntare, in che modo. Un sistema che vi chiede solo di inserire dei soldi, come si trattasse di una slot machine sperando che escano tutte figure uguali, è praticamente una truffa.

Nei due paragrafi che seguono vediamo due sistemi di segnali di trading e trading bot molto interessanti. Forniti da due Broker con regolare licenza per operare.

Segnali di trading di Investous

Il primo servizio che vale la pena menzionare è Investous (clicca qui per saperne di più), Broker nato nel luglio 2018 ma già in forte ascesa grazie alla sua serietà e ai suoi servizi offerti.

Investous ha regolare licenza CySEC, organo di vigilanza sui mercati finanziari nato nel 2004, quando Cipro è entrata nell’Unione europea. Non essendo più un Paradiso fiscale come era fino a quel momento.

La CySEC impone una serie di regole ai Broker iscritti e viene preferita da molti di essi in quanto ha regole che rientrano tra quelle imposte dall’Ue, ma meno severe e stringenti di quelle della tedesca BiFIN tedesca o FCA britannica. Inoltre, Cipro concede ancora un regime fiscale tutto sommato agevole rispetto ad altri Paesi Ue.

Investous offre 4 tipi di account, che prevedono una crescente quota di iscrizione e maggiori costi di utilizzo. Ai quali fanno da controaltare maggiori possibilità di profitto crescenti:

  • Base
  • Gold
  • Platinum
  • Vip

Investous prevede anche un molto apprezzato Conto demo; la possibilità di fare trading con la popolare piattaforma Metatrader 4 (nota anche con l’acronimo MT4); mette a disposizione Video On Demand formativi; una assistenza clienti ritenuta efficace nel risolvere le problematiche via via presentate dai trader.

Vera chicca di Investous sono però proprio i segnali di trading. In quanto elaborati da una società ritenuta colosso del settore: Trading central.

Trading central è una società di ricerca di investimenti internazionali fondata nel 1999. I suoi esperti formulano analisi tecniche e fondamentali sui principali asset presenti sui mercati finanziari. Sul suo database è possibile trovare oltre 8mila asset.

Trading Central vanta la collaborazione degli esperti di tre provider di fama mondiale: Investorside, Euro IRP e Asia IRP.

Per saperne di più sui segnali di trading di Investous clicca qui.

Beneficia altresì della licenza da parte dell’Authority des Marches Financiers (l’autorità di vigilanza francese), della SEC americana e dalla Hong-Kong Securities and Futures Commission. Ciò in quanto ha sede a New York, Parigi e Hong Kong.

Gli indicatori di Trading central forniscono informazioni utilizzate per creare segnali di “acquisto” e “vendita”. Basati sui prezzi di apertura, chiusura, alti e bassi di un asset del giorno prima. I grafici si basano sui famosi e molto utilizzati candlestick.

La sua strategia si basa su due pilastri:

  • analisi dei grafici
  • utilizzo dei modelli matematici

Per aprire un conto demo gratuito su Investous clicca qui.

Social trading con eToro

Un altro servizio molto interessante è il Social trading di eToro (clicca qui per il sito ufficiale). Il quale prevede, oltre ad un vero e proprio Social network dove i trader possono seguire gli altri come fanno normalmente sui più comuni Social (sebbene qui la tematica principale resti il trading e non tutorial sulla ginnastica in casa o le ricette, foto in bikini, dirette sui luoghi dove ci troviamo, ecc.), anche il CopyTrader.

Con questo nome, eToro denomina il copy trading, servizio mediante il quale è possibile copiare cosa fanno i trader più esperti. Quindi, si pensi al grande vantaggio di iniziare a guadagnare quando si è ancora neofiti del trading online.

Tuttavia, è bene anche sapere che non si tratta solo di una mera copia delle fortune altrui. Infatti, è possibile anche personalizzare il trading interrompendolo quando lo si ritiene più giusto. Nonché impostare stop loss o take profit, che in questo caso avranno il suffisso “Copy”.

I trader più esperti prendono il nome di Popular trader. Ed è possibile sceglierli visualizzando la loro foto, il loro nickname, una breve biografia, la percentuale di successo.

Possiamo anche decidere di interrompere la copy di un Popular trader se ciò che fa non ci convince.

Etoro offre anche un altro servizio simile, ma basato su panieri di asset. I CopyPortfolios. Gestiti da algoritmi automatici, che decretano gli asset che vi possono far parte in base ai loro andamenti. Ma supervisionati sempre da tecnici in “carne ed ossa”.

Ogni Copyportfolios è diviso per categoria merceologica e tipologia di investimento. E’ possibile anche investire su raggruppamenti di trader.

Per aprire un conto demo gratuito su eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

LEAVE A REPLY