Migliori Piattaforme Trading Online: la classifica del 2020

Quali sono le migliori piattaforme di trading online 2020? Se vi state chiedendo quali sono i migliori Broker dell’anno 2020, siete capitati nel posto giusto.

In questo articolo, infatti, illustreremo tre Broker che a nostro avviso sono i migliori del 2020. Per quanto hanno fatto da quando esistono. Comprovando la loro serietà, crescendo nel numero di utenti iscritti, migliorando i servizi posti in essere.

Le migliori piattaforme di trading online del 2020 sono eToro, Investous e Plus500. Che illustreremo approfonditamente in 3 paragrafi singoli.

Presentando comunque prima, in generale, cosa deve avere una piattaforma di trading online per essere considerata valida e come riconoscere le piattaforme di trading online truffa.

Piattaforma di trading migliori 2020: cosa valutare

Cosa occorre valutare per scegliere la migliore piattaforma di trading online del 2020? Ci sono una serie di caratteristiche preminenti che ogni buon Broker dovrebbe avere. Ecco le principali:

Licenza

Un Broker per essere definito affidabile, deve avere una regolare licenza per poter operare.

La licenza in Europa più diffusa è quella CySEC, rilasciata a Cipro, dove hanno sede molti Broker principali. Ciò è dovuto al fatto che questo paese fino al 2004 era un Paradiso fiscale e ivi operavano molte società finanziarie.

Da quando è entrato a far parte dell’Unione europea, sottosta anche Cipro alle regole che essa si dà per difendere i risparmiatori e i trader. Come il Mifid I e il più recente Mifid II, che hanno posto fine alle opzioni e hanno limitato la Leva finanziaria.

Ci sono poi altre licenze importanti, come quella rilasciata dalla FCA per chi opera in Gran Bretagna, quella della SEC per chi opera negli Stati Uniti, quella dell’ASIC per chi opera in Australia e via dicendo.

In Italia a dare il nulla osta per operare nel nostro Paese è la Consob. Commissione istituita nel 1971 per togliere il compito della vigilanza sui mercati finanziari ad un organismo politico, come il Ministero dell’economia. Quindi per slegarlo dalla politica. Sebbene occorra dire che il Presidente Consob viene sempre scelto dal Governo e anche questo organismo, insieme a Bankitalia, non è stato esente da critiche in più occasioni.

Conto demo

Un buon Broker che si rispetti mette a disposizione dei trader iscritti un Conto demo per potersi esercitare con denaro virtuale. Così da imparare senza il rischio di perdere i propri soldi reali quando si è trader neofiti o per provare nuove strategie quando si è già trader navigati.

La raccomandazione però è quella di usare il Conto demo seriamente, senza prendere tutto come un gioco e fare scelte avventate dettate dal fatto che i soldi siano virtuali. Altrimenti, si corre il rischio che quando si tornerà a fare sul serio, prenderemo sonore batoste.

Formazione

Il Broker ha tutto l’interesse affinché noi diventiamo trader vincenti in quanto lui guadagna dallo spread su ogni trade vincente e sulle commissioni sui servizi che offre. Quindi, un trader che rinuncia è una fonte in meno di guadagno.

Così mette a disposizione del Broker vari strumenti per potersi formare. Come eBooks scaricabili, Webinar, corsi e-learning, incontri annuali con esperti, ecc.

Segnali di trading

Si tratta di suggerimenti su quando entrare sul mercato e in che modo, che un broker invia ai trader che ne fanno richiesta. Sottoscrivendo il servizio in abbonamento, solitamente dopo un periodo di prova gratuito (in genere un mese).

I segnali di trading sono inviati via sms, e-mail o tramite chiamata diretta. In base alla scelta del trader.

Grafici

Si tratta della proiezione grafica dell’andamento degli asset su cui abbiamo investito. I grafici più utilizzati sono quelli “a candela” (noti anche come candlestick).

Offrono la proiezione dell’andamento dell’asset in un lasso temporale prestabilito, come ore, giorni, mesi, anni.

Pluralità di asset

Una piattaforma di trading online valida deve offrire la possibilità di investire su una ampia gamma di asset vari. Così da consentire al trader di conseguire la cosiddetta variabilità del proprio portafoglio titoli. Gli asset in questione sono:

  1. Azioni
  2. Indici azionari
  3. Materie prime
  4. Criptovalute
  5. Metalli preziosi
  6. Valute Forex

CFD

I Contract for difference sono strumenti finanziari derivati, chiamati tali in quanto rispecchiano il valore di un asset sottostante. I Cfd consentono di investire sia long che short, così come su tutti gli asset sopracitati. Ciò li rende molto convenienti, ma anche molto comodi.

I contract for difference si chiamano tali proprio perché, detta in parole povere, permettono di incassare un profitto in base alla differenza di prezzo tra quando abbiamo sottoscritto il contratto e la data di scadenza dello stesso.

Assistenza clienti

Il broker deve offrire una assistenza clienti raggiungibile in modo comodo e tramite più opzioni. Quindi, tramite Live chat, e-mail, Form da compilare, numero di telefono.

Deve essere attiva 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Oltre che essere in italiano, onde evitare fraintendimenti dovuti a traduzioni sbagliate.

App

Come ormai ogni servizio, non può mancare una app che consenta ai trader iscritti di poter fare operazioni anche comodamente tramite smartphone e tablet. Ovunque ci si trovi.

Sebbene gli esperti raccomandino che tramite app sia meglio limitarsi a controllare come stia andando il trading, mentre le scelte vanno prese tramite un Pc. Che dona al tutto un ambiente serio e professionale.

Commissioni e spread competitivi

Fanno parte dei costi che un trader deve affrontare. Sono anche costi irrinunciabili, in quanto, come detto, sono la fonte di guadagno del Broker. Quindi, non resta che scegliere le migliori condizioni di mercato.

Come individuare le truffe

Purtroppo, il fatto che il trading online sia diventato molto popolare anche nella massa, ha fatto sì che proliferassero pure molte truffe. Per opera di chi punta ad attirare persone ignoranti in materia che si lusingano di arricchirsi tramite il trading online. Senza alcuno sforzo o conoscenza. Ma solo caricando il conto.

Come riconoscere le piattaforme di trading online truffa? Facendo caso a questi aspetti:

  • Non hanno una licenza
  • Ci sono scarne o nulle informazioni sul team di sviluppatori alla sua base
  • Il nome del fondatore appare diverso cambiando in ogni Paese
  • Viene promozionato da Vip sui Social, in interviste rilasciate a noti network
  • Afferma che solo pochi eletti possono usarlo
  • Dice di basarsi su un sistema tecnologico, con una percentuale di rischio prossima allo zero, senza però scendere nei particolari

Non esistono piattaforme miracolose o oracoli del trading. Chi vi racconta queste cose vi mente per fregarvi i soldi. Difficilmente recuperabili essendo queste piattaforme gestite da società con sede in Paradisi fiscali.

Detto di cosa deve avere un Broker per essere affidabile e come diffidare dalle truffe, vediamo tre casi di migliori Broker del 2020.

eToro

Partiamo da eToro (clicca qui per il sito ufficiale), un Broker con oltre 10 anni di attività e quasi 11 milioni di utenti.

Il successo di questi anni è dettato dalla sicurezza che infonde nei tanti trader sparsi per il mondo che scelgono i suoi servizi. Avendo regolari licenze e permessi per operare, essendo spread-only (non prevede una commissione sui trades vincenti ma solo lo spread) ed offrendo molti servizi innovativi.

Di seguito ne presentiamo 3 che lo contraddistinguono più degli altri:

1. Social trading

eToro offre una piattaforma molto simile ai Social network più popolari odierni. In questo modo, i trader possono comunicare con gli altri, “seguirli”, scambiarsi opinioni e suggerimenti.

Non mancano comunque i consueti canali Social, come Facebook, Twitter e Instagram. Così da restare aggiornati su eventuali promozioni e novità del Broker.

2. CopyTrader

Noto ai più soprattutto come Copy trading (per maggiori informazioni clicca qui). consente di copiare nel vero senso della parola il trading dei trader più esperti. Così da poter guadagnare già quando si è ancora trader neofiti.

Non si tratta però solo di una mera copia. Infatti, il trader che copia può personalizzare il trading a suo modo, impostando propri Stop loss o Take profit. O interrompendolo pure.

I trader copiati guadagnano a loro volta una commissione e sono chiamati Popular Trader.

3. CopyPortfolios

Si tratta di panieri di asset appartenenti alla stessa categoria merceologica. Non manca poi un CopyPortfolio che ingloba i migliori Popular Trader.

Ogni Copyportfolio è gestito da algoritmi sofisticati, che selezionano gli asset meritevoli di rimanere nel paniere. Il tutto, con la supervisione di tecnici “in carne ed ossa”.

Per aprire un conto demo gratuito su eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Plus500

Plus500 (clicca qui oer saperne di più) è un Broker diventato molto noto negli ultimi anni anche grazie alla sua partnership con una squadra spagnola molto prestigiosa: l’Atletico Madrid. Ormai da anni ai vertici del calcio europeo, anche grazie alla grinta di un volto noto del calcio italiano: Diego Pablo Simeone.

Il connubio con l’Atletico va avanti dal 2015.

Plus500 offre la possibilità di fare trading mediante CFD su una pluralità di asset: valute Forex, azioni, materie prime, ETF e criptovalute.

Plus500 è stato oggetto recentemente di un profondo restyling, che lo ha reso particolarmente user-friendly.

Plus500 offre una piattaforma di trading molto apprezzata: Plus500 Webtrader. Ma naturalmente, è possibile utilizzarla anche tramite device mobili (Android e iOS) ed in versione desktop.

Plus500 prevede più di 32 lingue, una assistenza clienti sia email che Live chat.

Oltre a vantare della licenza CySEC, gode anche della licenza FCA, alla luce del fatto che la società che la gestisce è quotata sulla London Stock Exchange.

Prevede solo una tipologia di conto, attivabile con un versamento di almeno 100 euro. Tuttavia, permette di provare la piattaforma gratuitamente e senza rischiare soldi veri mediante Conto demo.

Anche Plus500 (clicca qui per il sito ufficiale) rientra nella categoria dei Broker spread-only, prevedendo solo lo spread sul trade. E le commissioni sui servizi offerti. Peraltro anche molto competitive.

Per aprire un conto gratuito su Plus500 clicca qui.

Investous

Investous (clicca qui per saperne di più) è un Broker molto più giovane dei precedenti, essendo nato nel luglio 2018. Come eToro e Plus500 non manca una licenza CySEC e il fatto che sia spread-only.

Presenti molti asset, come Forex, indici, azioni e materie prime. Tradabili anche in questo caso mediante i Contract for difference.

Ha una piattaforma che gli utenti trovano user-friendly, sebbene non manchi la popolarissima piattaforma MT4.

Molto dettagliati i grafici messi a disposizione dei trader, contenenti molti indicatori e strumenti tecnici, così da avere un quadro dettagliato sull’andamento degli asset.

Ma anche la possibilità di scegliere i tempi per confermare di volta in volta momentum o patterns.

Rispetto a Plus500, Investous offre 4 tipi di account:

  • Basic
  • Silver
  • Gold
  • Platinum

Ogni account offre servizi aggiuntivi, richiedendo ovviamente una maggiore quota per iscriversi e un maggiore costo per i servizi che offre, ma consentendo anche margini di guadagno maggiori.

Investous offre più tipi di modi per contattare l’assistenza clienti:

  • Chat live
  • Telefono
  • Form da compilare
  • e-mail info@investous.com
  • Sezione FAQ

Offre la possibilità di fare trading tramite i device mobili, sia su sistema operativo iOS che Android.

Per aprire un conto gratuito su Investous clicca qui.

LEAVE A REPLY