eToro: recensione della piattaforma e opinioni [2020]

In questo articolo forniremo una recensione completa sul Broker eToro (clicca qui per il sito ufficiale). Nato nel 2007, con sede a Limassol, capitale di Cipro, e in virtù di ciò, con licenza CySEC.

Ad oggi, eToro viaggia verso gli 11 milioni di trader iscritti. La spiegazione di questo enorme successo è presto detta. Questa piattaforma per il trading online, infatti, si fa apprezzare da sempre per la sua serietà, la sicurezza che infonde nei confronti dei trader, i tanti nuovi servizi convenienti ed allettanti che offre agli iscritti. Alcuni introvabili su altre piattaforme.

Ed allora, di seguito vediamo nello specifico cos’è eToro, i servizi offerti da eToro, le commissioni previste, se conviene davvero.

eToro cos’è

Cos’è eToro? Come detto si tratta di una piattaforma per il trading online nata nel gennaio 2007 dai fratelli Yoni e Ronen Assia. I quali hanno fondato la società eToro (Europe) Limited.

La sede principale è come detto nella capitale cipriota Limassol, ma opera in molti Paesi del Mondo, tanto da godere di varie licenze per poter operare.

Come abbiamo accennato, eToro in questi anni si è fatta strada a colpi di continue novità. Che approfondiremo meglio di seguito.

Si pensi al Social trading, un vero e proprio Social network dove i trader possono confrontarsi tra loro, scambiandosi opinioni e suggerimenti.

O il più famoso CopyTrader, servizio spesso denominato erroneamente proprio Social trading. Che altro non è che il copy trading, ossia la possibilità di copiare trader più esperti. Pur personalizzando comunque la “copia”. In questo modo, si può guadagnare pur essendo ancora neofitidel trading online.

E come non citare i CopyFounds, panieri di asset appartenenti alla stessa categoria merceologica, gestiti da algoritmi automatici sofisticati che decretano attraverso vari parametri chi entra e chi esce dal copyportfolio in questione. Sebbene il tutto sia supervisionato da tecnici “in carne ed ossa”.

Ancora, eToro dall’agosto 2019 ha lanciato una promozione per i trader europei. Evitando loro le commissioni sul trading di azioni ed ETF.

Con eToro (clicca qui per saperne di più), infatti, è anche possibile comprare ETF, così come fare trading tramite i CFD. I Contract for difference, contratti derivati che consentono di investire su una pluralità di asset senza l’onere di doverli possedere materialmente e direttamente. Potendo anche scommettere sul rialzo o sul loro ribasso.

Per saperne di più sui servizi di eToro clicca qui.

eToro licenze

Quali sono le licenze godute da eToro? Le seguenti:

  • Cysec: acronimo di Cyprus Securities and Exchange Commission è l’authority di vigilanza sui mercati finanziari di Cipro. Paese in precedenza Paradiso fiscale, ma membro dell’Unione europea dal 2004. Il che ha fatto sì CySEC diventasse parte integrante della direttiva europea MiFID (da agosto 2018 è stata lanciata la MiFID II). Sono molti i Broker iscritti presso la CySEC. Ciò in quanto il modello cipriota offre un metodo facile per ottenere una licenza, una sburocratizzazione non prevista da altre “macchine” più pesanti di altri Paesi.
  • FCA: acronimo di Financial Conduct Authority (FCA), pur preservando una propria indipendenza. Regola le società finanziarie che forniscono servizi finanziari al dettaglio ed all’ingresso ai consumatori nel Regno Unito. Include la Prudential Regulatory Authority della Bank of England (un altro successore della FSA) e il Financial Policy Committee. Vigila su circa 58.000 società con un totale di 2,2 milioni di dipendenti.
  • ASIC: acronimo diAustralian Securities and Investments Commission, è un ente governativo australiano indipendente che funge da regolatore delle società che operano nel paese oceanico. Istituito il primo luglio 1998, rispetta le leggi dell’Australian Securities and Investments Commission Act, 2001 (Cth).

Cosa significa tutto ciò? Che eToro è un Broker sicuro, che vanta tante licenze che ne certificano la serietà.

Per accedere gratis ai servizi di eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

eToro è una truffa?

Domanda questa molto lecita, date le tante piattaforme in circolazione sul web che offrono la luna. Sebbene basta farsi un giro sul nostro portale per riconoscerle facilmente.

eToro (clicca qui per il sito ufficiale) non è assolutamente una truffa. In primis, per le tante licenze prestigiose di cui gode. Che fanno sì che non possa fregare il prossimo, dovendo attenersi ad una serie di regole ferree appannaggio dei trader.

Inoltre, ad attestare la sua serietà, il fatto che sia sponsor di diverse squadre inglesi. Ossia allo stato attuale sei: Crystal Palace F.C., Leicester City F.C., Southampton F.C., Tottenham Hotspur F.C. e più di recente, Aston Villa F.C. e Everton F.C.

Ancora, nel corso degli anni ha ricevuto ingenti finanziamenti da fondi e banche internazionali.

La sua onestà la si denota anche dalla piattaforma, molto trasparente e ricca di informazioni: policy aziendale, mission, avvertenze sui rischi e così via.

E’ infine molto presente sui Social. Anche con divertenti spot, come quello con l’attore americano Alec Baldwin. Di certo, non post montanti ad arte dove Vip parlano bene di un Broker in false interviste. Il tutto a loro insaputa.

eToro come funziona

Come funziona eToro? Su eToro (trovi qui il sito ufficiale) è possibile fare trading online su una miriade di asset, tramite i CFD prima menzionati. Quindi azioni, valute Forex, criptovalute, materie prime, indici azionari, metalli preziosi.

Il tutto comodamente seduti a casa davanti al proprio Pc, tramite il sito online web-based. Oppure tramite una app molto semplice per fare trading ovunque ci si trovi e in qualsiasi momento. La app è fruibile sia su sistema operativo Android che iOS.

E’ possibile altresì acquistare ETF, detenendo un titolo a nome personale, godendo anche del pagamento dei dividendi. Sebbene rispetto ai Cfd, senza beneficiare della Leva finanziaria e privandosi della possibilità di poter comprare short.

Ricordiamo comunque che gli ETF – acronimo di exchange-traded fund – sono un tipo di fondi d’investimento appartenenti agli ETP (Exchange Traded Products).

eToro ovviamente non disdegna il trading sull’asset del momento: le criptovalute. Sia tramite i CFD, ma anche acquistandoli direttamente e detenendoli sull’eToro Wallet. Il Broker ha fino a 16 cryptocurrency. Numero che è soggetto comunque a continuo aggiornamento.

La schermata non è molto personalizzabile, sebbene dalla homepage è possibile piazzare ordini in pochi secondi. Seguendo agevolmente il trend e il sentiment degli altri trader.

Utilizzando la sezione Cerca, è possibile scegliere tra Persone per selezionare i trader vincenti da poter copiare e guadagnare senza avere alcuna esperienza di trading online.

Puoi aprire un conto demo su eToro da qui.

Social trading: come funziona

Come funziona il Social trading di eToro? Si tratta di un Social network vero e proprio. Dove è possibile pubblicare post e seguire cosa fanno gli altri trader.

Lo scopo, più che socializzare è quello di scambiarsi utili suggerimenti o dibattere sul trading online. Per esempio le news che si susseguono o determinate strategie.

Il Social trading è una funziona spesso confusa con il CopyTrader, che vedremo invece meglio di seguito.

CopyTrader: come funziona

Come funziona il CopyTrader di eToro (che trovi qui)? Meglio noto come copy trading, consente di copiare il trading di utenti più navigati. Così da guadagnare quando si è ancora neofiti.

I trader rinomati guadagnano a loro volta una commissione su ogni trader che ha deciso di copiarli. Vengono chiamati Popular trader e devono fornire una loro foto (niente avatar), una propria descrizione, mentre il Broker fa comparire le statistiche che li riguardano.

  • i dati visualizzabili del Popular trader sono:
  • nazionalità di appartenenza
  • la sua percentuale di guadagno
  • il suo grado di rischio

Il trading può essere comunque personalizzato dal trader copiante. Per esempio, interrompendolo quando si vuole o impostando Take profit e Stop loss che si ritengono opportuni. Per sfruttare tutte le opportunità del copy trading visita il sito ufficiale cliccando qui.

CopyPortfolio di eToro: come funziona

Come funziona il CopyPortfolio di eToro? Consente di comprare praticamente in blocco un pacchetto di asset afferenti alla stessa categoria merceologica. Oppure di copiare un gruppo di trader, anziché singolarmente come nel CopyTrader.

I CopyPortfolio eToro si suddividono in 2 tipologie:

  • Top Trader CopyPortfolios: come detto, un gruppo di trader
  • Market CopyPortfolio: può raggruppare tramite CFD, materie prime, azioni, ETF e crypto

Questi Portfolios sono, come anticipato, gestiti da algoritmi automatici. Capaci di far entrare ed uscire asset da essi a seconda del loro andamento. Tuttavia, il sistema è pur sempre supervisionati da esperti “umani”.

Occorre però sapere che per investire nel CopyPortfolio occorre investire almeno 5mila euro. Ma la buona notizia è che non prevede commissioni.

Come registrarsi su eToro

La registrazione è estremamente semplice. Come sovente accade su ogni tipo di sito, occorre cliccare qui sul modulo di registrazione ed inserire inizialmente:

  • nome utente
  • email
  • password

Si riceverà una mail contenente un link da cliccare per confermare la propria iscrizione. Il quale, una volta cliccato, rimanderà al sito.

In alternativa, eToro offre la possibilità di iscriversi velocemente tramite un proprio account Social. Ovvero Facebook o Google.

In un secondo momento, occorrerà verificare l’account come richiesto dalle normative legali. Fornendo questi dati:

  • documento di identità valido (passaporto o carta d’identità)
  • numero di cellulare
  • una verifica del proprio indirizzo: un estratto conto, una bolletta, un bollettino o una lettera ufficiale, ecc.

Non occorre credere che questa sia una scocciatura, in quanto è un’ulteriore prova della serietà di eToro. Che altro non fa che attenersi alla normativa antiriciclaggio.

eToro: come funziona il conto demo

Come funziona il Conto demo eToro? Al momento della registrazione, è possibile scegliere se usare un conto live (o reale) oppure un Conto demo.

Quest’ultimo, ricordiamo, è un conto virtuale che permette di fare trading con denaro appunto virtuale, proprio per fare pratica quando si è ancora neofiti. Ma è consigliato anche ai trader più navigati per provare nuove strategie senza rischiare.

eToro dà comunque la possibilità di passare da un tipo di conto all’altro comodamente dalla dashboard del proprio profilo.

Il Conto demo eToro offre 100mila euro virtuali.

Per aprire gratuitamente un conto demo con eToro clicca qui.

eToro: le criptovalute disponibili

Quali sono le criptovalute disponibili su eToro? Come detto, in totale al momento della scrittura sono 16. Ma il numero e l’elenco sono soggetti a cambiamenti.

Comunque, non mancano le principali come Ethereum, BitCoin, Bitcoin Cash, Ripple, Litecoin, Dash.

E’ possibile investire su di esse tramite CFD, ma anche tramite un Exchange proprio della piattaforma chiamato eToroX (trovi qui la nostra recensione). Con le funzionalità proprie degli Exchange più importanti.

Il servizio è regolamentato dalla Gibraltar Financial Services Commission di Gibilterra ed è fruibile anch’esso mediante applicazione per iOS e Android.

Clicca qui per iniziare subito ad investire nelle criptovalute con eToro.

Come depositare su eToro

Il deposito minimo previsto da eToro è di 200 dollari, mentre per i trader con sede in Australia ed America è di 50 dollari.

Una volta registrati, è possibile depositare su eToro seguendo questi passaggi:

  • Effettua il login
  • Seleziona Deposita Fondi
  • Inserisci la cifra della somma che vuoi depositare e la valuta
  • Seleziona il sistema di pagamento (che può essere carte di credito o debito, PayPal, Skrill, bonifici bancari. Il tutto in base al paese) Se gli altri sistemi di versamento sono immediati, il bonifico richiede dai 3 ai 5 giorni lavorativi per vedere l’importo sul conto

Per gli account aziendali il versamento minimo iniziale è di 10mila dollari.

In caso di account non verificati, il tetto minimo è di 2.250 dollari.

Dopo il primo deposito, i successivi devono essere di almeno 50 dollari. Che diventano 500 se si sceglie come mezzo il bonifico.

Come prelevare su eToro

Occorre selezionare la voce Prelevare fondi, inserire l’importo che si vuole ritirare in dollari e compilare un modulo di prelievo elettronico che autorizzi l’operazione.

Il prelievo può avvenire solo se l’account è verificato e l’importo minimo prelevabile è di 50 dollari.

Ecco i tempi richiesti per ottenere la cifra prelevata, in base al tipo di mezzo scelto:

Fino a 8 giorni lavorativi per:

  • Carta di credito/debito:
  • Bonifico bancario:

Fino a 1-2 giorni lavorativi per:

  • Neteller: 1-2 giorni lavorativi
  • PayPal: idem
  • Skrill: idem
  • WebMoney: idem
  • China Union Pay: idem

eToro commissioni

Quali sono le commissioni previste da eToro? Ecco un elenco delle principali:

  • Prelievo: 25 dollari più uno spread sui tassi di cambio
  • Deposito: zero commissioni (Pips 0,50%)
  • Gestione del conto: zero commissioni
  • Trading: solo lo spread e zero commissioni
  • Inattività per più di 12 mesi: 10 dollari

Il broker si fa carico anche dell’imposta di bollo.

Occorre poi tener presente una pip variabile come commissione di conversione per depositi o prelievi con altri metodi.

Clicca qui ed inizia ad investire senza commissioni.

Assistenza clienti eToro com’è

Com’è l’assistenza clienti su eToro? Qui siamo di fronte ad un anello debole, almeno se confrontata con quella di altri Broker.

Ad esempio, eToro non prevede telefono o live chat. Ormai considerati servizi minimi e scontati sulle più importanti piattaforme di trading online.

Quindi, per chiedere assistenza in caso di problemi, occorre rifarsi alle FAQ. Tutto sommato molto approfondite, ma ovviamente per casi generici. E non sempre da sole bastanti.

Altrimenti, l’alternativa è aprire un ticket con la propria email ed attendere che un operatore risponda. Ciò implica che non si riceverà subito una risposta, alimentando le proprie ansie e i dubbi.

eToro app com’è

Com’è la app eToro? Un Broker, così come ogni tipo di sito, oggi come oggi non può prescindere da una app ben fatta. Anche perché ormai si va sempre più verso la navigazione esclusiva su mobile.

La app è molto minimal e funzionale, disponibile gratuitamente sia per iOS che per Android. E consente di fare tutto ciò che si vuole fare, come se si navigasse in modalità web-based.

eToro opinioni e recensioni

Quali sono le opinioni e le recensioni su eToro? In linea di massima, se ne esalta la sicurezza, dato che come visto vanta molte licenze prestigiose.

Viene poi esaltato per la puntualità con cui esegue i trades ed i versamenti.

Infine, molto apprezzata è la piattaforma user friendly e il servizio di copy trading.

>>> Clicca qui per aprire subito il tuo account eToro gratis.

Disclaimer: eToro è una piattaforma multi asset che consente dio investire sia in azioni che in criptovalute, e di fare trading sui CFDs.

Considera che i CFD sono strumenti complessi con un alto rischio di perdere denaro dovuto alla leva finanziaria.75% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro.

Criptoasset non sono regolati e possono subire ampie variazioni di prezzo, dunque non sono appropriati per tutti gli investitori. Il trading di criptoasset non è regolamentato da alcuna normativa Europea.

Le performance passate non sono indicatori di risultati futuri.

LEAVE A REPLY