Il rilancio di Bayer per Monsanto

Prosegue la saga dell’acquisizione Monsanto da parte di Bayer, con il rilancio e il conseguente aumento dell’offerta a oltre 65 miliardi di dollari. Cifre da capogiro che corrispondono ad un valore di 127.50 dollari per azione. La comunicazione è arrivata dallo stesso consorzio di Leverkusen, che ha aumentato con il rilancio il valore delle azioni, ferme a 125 dollari cadauna.

La nota comunicativa ha sottolineato i progressi che stanno per essere portati avanti in fase di trattativa e la nota ha dettagliato che le condizioni precise devono ancora essere fissate. Lo stesso punto è stato confermato da Monsanto, che ha dichiarato di avere ricevuto l’offerta da parte di Bayer e di essere quindi in fase di valutazione.

A conti fatti si tratta di un aumento del 2% rispetto all’offerta precedente e di una proposta che sale al 19% rispetto all’ultima chiusura del titolo Monsanto. Bayer ha però smorzato l’entusiasmo che si era diffuso repentinamente nei mercati alla notizia del rilancio, perché il consorzio tedesco ha precisato che non vi sono garanzie di sorta sulla possibile conclusione dell’accordo.

Si tratta di un piccolo freno a mano, che dimostra un atteggiamento lungimirante da parte di Bayer, consapevole del rifiuto arrivato a luglio dei 125 dollari per azione, una proposta ritenuta inadeguata dal punto di vista finanziario.

Quotazione Azioni Bayer in tempo reale

Del resto l’acquisizione Bayer Monsanto si propone come una delle manovre economiche finanziarie più importanti e costose degli ultimi tempi, una trattativa che interessa due giganti della chimica e che andrebbe a dare vita alla società del settore più grande e importante del mondo intero. È quindi comprensibile che le note comunicative procedano con i piedi di piombo, anche se l’ultimo rilancio effettuato fa ben sperare in una felice conclusione dell’acquisizione del gruppo di semi statunitense.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here