Quanto vale Bitcoin in euro?

Bitcoin è la criptovaluta più conosciuta ed utilizzata in assoluto. Malgrado una capitalizzazione di mercato superiore ai 150 miliardi di dollari, tuttavia, non è così facile stabilire quale sia il suo valore in euro.

Non essendo quotata in Borsa, una criptovaluta ha un valore che viene stabilito per lo più attraverso i principali siti web su cui viene negoziata. Sono i cosiddetti “exchange”, un nuovo tipo di cambiavaluta che offre crittomonete in cambio di denaro tradizionale e viceversa.

Ogni giorno, per stabilire quanto vale un Bitcoin in euro, si utilizzano dei riferimenti di prezzo tratti da tutti i principali exchange del mondo e si fa una media del prezzo a cui questi offrono Bitcoin ai clienti.

Questo significa che il prezzo non è univoco in tutto il mondo e che non c’è soltanto un valore di acquisto, anche se ormai si sono diffusi dei modelli di calcolo che aiutano a creare delle medie di riferimento per tutto il mercato.

Partiamo dal principio che per guadagnare con il trading online investendo sui Bitcoin è possibile, ma solo se ci si affida a dei broker seri e professionali, come ad esempio lo è ForexTB (clicca qui per visitare il sito ufficiale). Ad esempio ForexTB offre un servizio ottimo di segnali gratuiti ((che puoi ricevere cliccando qui)) per essere subito operativi su Bitcoin, un bel vantaggio.

Chi decide il valore di Bitcoin?

Come per qualsiasi altro strumento finanziario, anche nel caso di Bitcoin il prezzo esprime l’equilibrio tra domanda e offerta. Significa che viene determinato dagli scambi che avvengono ogni giorno.

Da una parte ci sono i compratori, che sono disposti a spendere al massimo una certa somma per acquistare Bitcoin; dall’altra parte ci sono i venditori, che non sono disposti ad accettare meno di una certa somma per vendere i loro Bitcoin. Il prezzo a cui si incontrano domanda e offerta sulle diverse piattaforme determina il valore della criptovaluta.

Questo succede su tutti i diversi exchange di crittomonete. Su ogni exchange, il prezzo raggiunge un suo equilibrio, dopodiché si fa la media di questi equilibri e si ottiene il valore di un Bitcoin.

Gli scambi, però, non avvengono in euro: la valuta che viene per lo più utilizzata è il dollaro americano. Il valore di Bitcoin in euro, dunque, è anche influenzato dal cambio tra euro e dollaro: se il cambio EUR/USD (euro/dollaro americano) cambia, allora cambia anche la quotazione di Bitcoin in euro. Vale anche nel caso in cui il valore di Bitcoin in dollari non si sia mosso.

Un altro ruolo fondamentale lo svolgo le aziende come CoinMarketCap, che si occupano di calcolare delle medie del prezzo di Bitcoin sui vari exchange per dare a tutti uno stesso riferimento di prezzo.

Questo è un compito molto delicato, perché bisogna fare delle medie che siano rappresentative della grandezza di ogni exchange: il prezzo di Bitcoin su Binance, l’exchange più utilizzato al mondo, dovrà essere tenuto in conto più del prezzo su un exchange che conta poche centinaia di scambi al giorno.

Il ruolo dell’euro

Molto spesso, quando si parla di quanto vale Bitcoin in euro, si tiene conto soltanto dei movimenti di prezzo di Bitcoin. Non dobbiamo dimenticarci, però, che un cambio è una strada a doppio senso: potrebbe aumentare per effetto di una rivalutazione di Bitcoin, ma potrebbe succedere anche nel caso di una svalutazione dell’euro.

Con la fine dell’era di Mario Draghi alla guida della Banca Centrale Europea, ora la politica economica dell’Eurozona sta cambiando. La BCE ha in programma un graduale rialzo dei tassi di interesse, specialmente ora che i mercati finanziari stanno andando bene e che l’economia reale è tornata a crescere in tutti gli stati membri.

Questo implicherà molto probabilmente un apprezzamento dell’euro nei confronti di Bitcoin.

Ovviamente la volatilità dell’euro è decisamente inferiore a quella di Bitcoin; è molto raro che in una giornata il valore dell’euro aumenti o diminuisca di oltre lo 0,5%, mentre è prassi che Bitcoin aumenti o diminuisca di prezzo del 10% anche nell’arco di poche ore.

La maggiore volatilità delle criptovalute implica che il loro ruolo nel cambio con le valute tradizionali sia più significativo, ma non per questo dobbiamo tralasciare completamente il ruolo dell’euro.

Migliori piattaforme per investire su Bitcoin

Dal momento in cui il cambio tra euro e Bitcoin è così volatile, ogni giorno molti investitori e speculatori decidono di approfittarne. Ormai gli investimenti e il trading sulle criptovalute hanno formato un mercato da miliardi di dollari in cui chiunque può cercare nuove opportunità.

Prima di fare qualunque operazione, però, ricordati di scegliere un broker serio ed affidabile con cui gestire le tue operazioni. Purtroppo, infatti, con Bitcoin è nato anche un grande mercato di truffe e servizi di investimento illegali.

Abbiamo selezionato per te tre dei migliori broker disponibili in Italia, regolarmente autorizzati Consob e con anni di storia di successo alle spalle. Di seguito te li presentiamo uno per uno.

Plus500

Plus500 (clicca qui per saperne di più) è stato uno dei primi broker in assoluto ad inserire sulla sua piattaforma la possibilità di investire in criptovalute tramite CFD. Oltre a Bitcoin, potrai negoziare Ethereum, Litecoin e molte altre crittomonete approfittando di commissioni estremamente basse su ogni operazione.

Puoi registrarti gratuitamente sul sito di Plus500 in appena 5 minuti e testare il trading di Bitcoin con questo broker, utilizzando un conto demo con denaro virtuale.

Per iniziare subito ad negoziare su Bitcoin con Plus500 clicca qui.
77% di conti di investitori al dettaglio che perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD con questo fornitore. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

eToro

eToro (clicca qui per saperne di più) è un altro broker molto famoso, che ti offre una soluzione davvero unica per investire in Bitcoin. Si chiama “social trading”: una volta effettuato l’accesso, potrai analizzare i profili di migliaia di trader esperti nella negoziazione di Bitcoin.

Puoi navigare liberamente alla ricerca degli speculatori che reputi migliori, analizzando le performance passate e il loro stile di trading. Una volta che hai trovato uno o più investitori interessanti, puoi decidere di copiarli in automatico anziché svolgere le tue operazioni su Bitcoin in prima persona.

In questo modo, anche se sei agli inizi, puoi assicurarti di gestire i tuoi investimenti come un vero trader esperto.

Per investire subito su Bitcoin col social trading clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here