Cross USD-JPY ingessato in stretto trading-range in area 104

Compressione della volatilità per il cambio Dollaro-Yen che da poco più di una settimana oscilla in uno stretto trading-range compreso tra 103,85 e 104,50. Il supporto in area 104 rappresenta un sostegno di breve periodo molto importante, la cui eventuale perdita potrebbe far scattare ulteriori vendite con target in area 102.

Biglietto verde che nel brevissimo potrebbe trarre vantaggio dalla notizie che vede repubblicani e democratici vicini ad un accordo per mettere sul piatto 908 miliardi di dollari a sostegno dell’economia.

La divisa nipponica dal suo canto continua a trarre beneficio sulla valuta statunitense grazie alla diffusione di dati macro positivi in arrivo dal Giappone. La Bank of Japan ha rivelato che l’indice Tankan relativo al quarto trimestre ha fatto registrare un ulteriore miglioramento.

L’indicatore elaborato dalla BoJ misura la fiducia delle aziende giapponesi, che nell’ultimo trimestre del 2020 si è portato a -10 punti evidenziando un forte recupero dai -27 punti del secondo trimestre. Battuti i pronostici degli analisti che invece si aspettano un risultato pari a -15 punti.

Da ulteriori dettagli si è appreso che nonostante il clima di fiducia dell’industria giapponese stia migliorando, le grandi imprese hanno ridotto le loro spese in conto capitale e continueranno a farlo, nella misura dell’1,2% fino al termine dell’anno fiscale, ovvero fino a Marzo 2021.

Sempre in Giappone, segnali di miglioramento anche per la produzione industriale che nel mese di Ottobre è aumentata del 4% su base mensile, confermando il trend di crescita di Settembre (+3,9%). La stima finale di Ottobre ha inoltre evidenziato un upgrade rispetto al +3,8% della prima comunicazione.

Netto il miglioramento della produzione industriale calcolata su base annua, in calo del 3% nella stima finale di Ottobre, contro il crollo dell’8,2% della stima preliminare ed il -9% registrato a Settembre.

Negli USA, invece, la più recente e rilevante lettura macro ha visto una ripresa della fiducia dei consumatori. La stima preliminare di Dicembre, elaborata dall’Università del Michigan, ha infatti evidenziato un valore pari ad 81,4 punti in crescita dai 76,9 punti di Novembre. Battute le attese degli analisti che invece avevano pronosticato un lieve calo a 76,5 punti.

Partiamo dal principio che per guadagnare con il trading online è possibile, ma solo se ci si affida a dei broker seri e professionali, come ad esempio lo è ForexTB (clicca qui per visitare il sito ufficiale). Ad esempio ForexTB offre un servizio ottimo di segnali gratuiti (che puoi ricevere cliccando qui) per essere subito operativi su vari asset, un bel vantaggio.

Andamento cross USD-JPY sul breve-medio periodo

Grafico Dollaro Yen del 15 Dicembre 2020

Mentre scriviamo il rapporto di cambio tra il Dollaro e lo Yen scambia in area 104, dopo aver toccato un minimo intraday a ridosso di quota 103,50.

Il quadro tecnico di breve-medio periodo è ribassista, mentre quello di brevissimo appare un po’ confuso. Difficile infatti capire se da qui a poco le quotazioni saranno capaci di rimbalzare oppure le vendite persisteranno anche nelle prossime sedute.

La coppia si trova infatti al di sotto delle tre medie mobili di riferimento, a 10-25 e 50 giorni. Il tentativo di recupero si è infranto a contatto con le EMA minori, a 10 e 25 periodi (rispettivamente la prima linea dal basso verso l’alto e la linea mediana sul grafico).

Per un’eventuale inversione rialzista, però, le quotazioni dovrebbero necessariamente riportarsi al di sopra di EMA 50 (la prima linea dall’alto verso il basso sul grafico), che al momento passa in area 104,60. L’eventuale break-out della resistenza appena indicata, se confermato anche nelle sedute successive potrebbe favorire una successiva spinta verso l’alto con primo target in area 106 ed obiettivo successivo in area 107-107,50.

Persa definitivamente area 104, invece, potremmo assistere ad un ulteriore avvitamento in area 102-101,50.

Ti potrebbe interessare: Opinioni sul forex, ecco quello che devi sapere.

Modello di Trading sul Cambio Dollaro-Yen Valido da 1 a 5 Giorni

Il modello di trading rialzista prende forma in caso di ritorno sopra quota 104,28 in close oraria e fissa i primi due obiettivi in area 104,58 e 104,82; stop loss in caso di ritorno sotto quota 103,89 in chiusura oraria.

Mantenere o incrementare le posizioni Long in caso di allungo oltre quota 104,82 in chiusura di candela oraria, per cercare di prendere profitto in prima battuta a quota 105,22 e successivamente a quota 105,46; stop loss in caso di ritorno sotto quota 104,11 in close oraria.

Lecito insistere con nuove posizioni rialziste in caso di break-out orario di quota 105,46 per approfittare di possibili allunghi in area 105,87 e 106,52 estesi a quota 106,93; stoppare le operazioni in caso di ritorno sotto quota 104,82 in chiusura oraria.

Consigliata l’apertura di Long sulla debolezza in caso di affondo in area 101,57 per sfruttare eventuali rimbalzi prima a quota 101,97 e in un secondo momento verso area 102,37, estesi a quota 103; stop loss in caso di discesa sotto quota 101,18 in close giornaliera.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con chiusura oraria minore di quota 103,89 e prevede i primi due target price in area 103,65 e 103,25; stop loss in caso di close oraria sopra quota 104,28.

Analisi tecnica cambio Dollaro Yen - 15 Dicembre 2020

Mantenere o aumentare l’esposizione ribassista in caso di close orario sotto quota 103,25 per cercare di prendere profitto in primo luogo a quota 103 e successivamente a quota 102,65; stop loss in caso di recupero sopra quota 103,89 in chiusura oraria.

Lecito aprire nuove posizioni corte in caso di rottura oraria di quota 102,65, per cercare di ricoprirsi in area 102,37 e 101,97, estesa a quota 101,57; stop loss in caso di ritorno sopra quota 103,65 in close oraria.

Suggerita l’apertura di Short speculativi in caso di approdo in area 106,93, per approfittare di eventuali storni in prima battuta verso quota 106,52 e successivamente in area 105,87, estesi a quota 105,22; stop loss in caso di ulteriori strappi al rialzo oltre quota 107,60 in chiusura di candela daily.

SHARE

LEAVE A REPLY