Comprare (e vendere) Ripple: cos’è, come funziona e dove comprarlo [2020]

Cos’è Ripple? Come funziona Ripple? Dove comprare Ripple?

Quando si parla di criptovalute, si cita generalmente soprattutto il Bitcoin. In quanto è stata la prima criptovaluta come oggi le conosciamo.

Diciamo così in quanto non è stato proprio il primissimo caso, visto che altri esperimenti sono stati lanciati tra gli anni ‘90 e la prima metà 2000. Ma per insostenibilità finanziaria o problemi legati (il fatto che venissero ritenuta moneta parallela a quella avente corso legale), fallirono poco dopo.

Il Bitcoin ha infatti lanciato una idea rivoluzionaria: la Blockchain. Un sistema “a blocchi” adattabile per tanti settori. A progettarlo Satoshi Nakamoto, uno pseudonimo dietro il quale si nasconde il vero ideatore. Anche se si ritiene che sia un team di sviluppatori, considerando la complessità del progetto.

Dopo il Bitcoin sono nate tantissime altre criptovalute. Tanto che ad oggi se ne contano più di mille. Anche se quelle che contano, per market cap e solidità del progetto, siano in realtà una ventina.

Qualche anno dopo il Bitcoin, giusto per citare le più importanti, sono arrivati il Litecoin (il primo Hard Ford del Bitcoin, per rendere le transazioni più veloci). Ripple, di cui parleremo in questo articolo. Ethereum, che ha lanciato l’idea degli smart contract (contratti digitali adattabili per più utilizzi). Monero, che si distingue per la privacy che offre ai translatori.

Ed altre come Neo (alternativa principale ad Ethereum), Stellar Lumans (molto particolare per la Blockchain sulla quale si basa), Tether (che si distingue per il fatto che il suo prezzo è ancorato al valore del dollaro), Thron (che si usa nelle piattaforme gaming), Binance Coin (token dell’Exchange Binance), ecc.

Ripple si distingue dalle altre criptovalute, come vedremo, per 2 motivi fondamentali: viene minata da laboratori con sede a San Francisco; stringe accordi con Banche e Money transfer.

Entrambi farebbero cadere, secondo gli analisti, due aspetti fondamentali delle criptovalute: la decentralizzazione e l’essere alternative all’economia mainstream.

Ripple si attesta ormai da anni stabilmente al terzo posto per capitalizzazione di mercato, dietro Bitcoin ed Ethereum. Un podio ormai stabile, a parte qualche breve discesa e salita. Eccetto per Bitcoin.

Il prezzo di Ripple, però, non ha mai fatto vivere grandi emozioni rialziste. A parte ad inizio 2018, quando le altre criptovalute crollarono dopo i grandi fasti vissuti nel corso dell’anno precedente.

Spesso si è ipotizzato un rally rialzista di questa criptovaluta, soprattutto ogni qualvolta ha siglato qualche accordo importante di collaborazione. Ed invece, ha disatteso sempre le aspettative. Sebbene si resti fiduciosi per il futuro. Soprattutto quando il Bitcoin avrà affievolito la propria posizione.

Detto ciò, vediamo di seguito tutto quanto concerne Ripple. E i migliori Broker per investire.

Uno dei metodi migliori per operare sulle criptovalute e su Bitcoin è sicuramente quello di utilizzare le piattaforme CFD . Ricordiamo che le migliori piattaforme di trading consentono il trading con i CFD sul prezzo delle criptovalute. Ad esempio eToro (trovi qui il sito ufficiale) permette di fare trading sulle migliori critptovalute in circolazione compreso Bitcoin. Per saperne di più su questa piattaforma cliccate qui per andare sul sito ufficiale.

Ripple cos’è

Cos’è Ripple? Si tratta di una tecnologia che funge sia da criptovaluta che da rete di pagamento digitale per le transazioni finanziarie. Il suo token è XRP, unico “olio” che muove gli ingranaggi del suo ecosistema.

Ripple è stata fondata nel 2012 da Chris Larsen e Jed McCaleb.

Questa criptovaluta ha raggiunto la sua popolarità soprattutto nelle vesti di protocollo di pagamento digitale: XRP.

Ripple, infatti, opera su una piattaforma decentralizzata open source e peer-to-peer che consente un trasferimento di denaro tra valute diverse, bypassando le commissioni che si pagherebbero tramite i sistemi tradizionali e l’utilizzo del dollaro. Il che comporta un duplice vantaggio, in termini di commissioni e di velocità delle transazioni.

Ripple utilizza uno strumento noto come Gateway, che funge da collegamento nella catena di fiducia tra due parti che desiderano effettuare una transazione. Il gateway funge da intermediario del credito che riceve e invia valute a indirizzi pubblici sulla rete Ripple.

Chiunque o qualsiasi azienda può registrarsi e aprire un gateway. Proprio per autorizzare il registrante a fungere da intermediario per lo scambio di valute, il mantenimento della liquidità e il trasferimento dei pagamenti sulla rete.

Migliori piattafome per fare trading su Ripple

BROKER
CARATTERISTICHEVANTAGGI 
24optionTrading CFD su bitcoin,azioni,forexRendimenti elevatiISCRIVITI
plus500CFD su vari assetPiattaforma di qualitàISCRIVITI
etoroCopy tradingSocial trading, copyportfolioISCRIVITI
xmConti Zero spreadGuide e tutorialISCRIVITI
CFDs sono strumenti finanziari complessi e comportano un alto rischio di perdita di denaro rapidamente a causa della leva. Tra il 74-89% dei trader retail perdono soldi facendo trading CFD. Prima di fare trading cerca di capire come funzionano i CFD ed i rischi che comportano.

XRP cos’è e come funziona

Come detto, la valuta digitale di Ripple, XRP, funge da valuta ponte verso altre valute. Non discrimina tra una valuta fiat / criptovaluta e un’altra e, quindi, rende facile il cambio di qualsiasi valuta con un’altra.

Ogni valuta nell’ecosistema ha il proprio gateway, ad es. CADBluzelle, BTCbitstamp e USDsnapswap.

Se per esempio David voleva bitcoin come pagamento per i servizi resi a Lawrence, Lawrence non deve necessariamente avere bitcoin. Può inviare il pagamento al suo gateway in dollari canadesi (CAD) e David può ricevere bitcoin dal suo gateway.

Non è necessario un gateway per avviare una transazione completa, possono essere utilizzati più gateway, formando una catena di fiducia che si increspa tra gli utenti.

Il mantenimento dei saldi con un gateway espone l’utente al rischio di controparte, che è anche un rischio evidente nel settore bancario tradizionale sistema. Se il gateway non onora il suo pagherò o la sua responsabilità, l’utente potrebbe perdere il valore del suo denaro detenuto presso quel gateway.

Gli utenti che non si fidano di un gateway, possono quindi effettuare transazioni con un gateway attendibile che a sua volta si occupa del gateway “non attendibile”. In questo modo la pagherò sarà con il gateway affidabile o certificato in merito al credito.

Il rischio di controparte non si applica ai bitcoin e alla maggior parte degli altri altcoin poiché il bitcoin di un utente non è il debito o la responsabilità di un altro utente.

Ripple come funziona

La rete Ripple non funziona con un sistema proof-of-work come bitcoin o un sistema proof-of-stake come Nxt.

Invece, le transazioni si basano su un protocollo di consenso per convalidare i saldi dei conti e le transazioni sul sistema. Il consenso lavora per migliorare l’integrità del sistema prevenendo la doppia spesa. Un utente Ripple che avvia una transazione con più gateway ma invia astutamente gli stessi $ 100 ai sistemi gateway, eliminerà tutte le transazioni tranne la prima.

I singoli nodi distribuiti decidono per consenso quale transazione è stata effettuata per prima facendo un sondaggio per determinare il voto di maggioranza. Le conferme sono istantanee e richiedono circa 5 secondi. Poiché non esiste un’autorità centrale che decide chi può impostare un nodo e confermare le transazioni, la piattaforma Ripple è descritta come decentralizzata.

Il sistema di pagamento Ripple è sempre più utilizzato dalle banche, rispetto a Bitcoin, che viene utilizzato principalmente da individui e organizzazioni come valuta digitale.

Ripple vantaggi

Quali sono i vantaggi di utilizzare Ripple? Questa criptovaluta migliora alcuni degli svantaggi attribuiti alle banche tradizionali. Le transazioni vengono regolate in pochi secondi sulla rete Ripple anche se la piattaforma gestisce frequentemente milioni di transazioni. Questo è diverso dalle banche che potrebbero richiedere giorni o settimane per completare un bonifico bancario.

Anche la commissione per condurre transazioni su Ripple è minima, con il costo minimo di transazione richiesto per una transazione standard fissato a 0,00001 XRP, rispetto alle grandi commissioni addebitate dalle banche per condurre pagamenti transfrontalieri. Il token ticker per Ripple è XRP.

Come comprare Ripple

Le strade principali per comprare Ripple sono due: tramite Exchange e tramite Broker.

Gli Exchange sono piattaforme di cambio virtuali, dove è possibile cambiare criptovalute con altre criptovalute o criptovalute con valute FIAT.

Il guadagno in questo caso deriva dal fatto che si può fare leva sui prezzi delle criptovalute. Per esempio, comprare una criptovaluta quando hanno un prezzo basso per poi scambiarle quando il loro prezzo sale.

Non tutti gli Exchange hanno la stessa lista di criptovalute e non tutti prevedono valute FIAT. Quindi, prima di registrarsi presso un Exchange e iniziare ad utilizzarlo, è bene informarsi su questi aspetti. Del resto, di Exchange in rete ce ne sono tanti, e si fanno concorrenza tra loro anche offrendo commissioni al ribasso.

Un aspetto importante da conoscere se si vuole comprare criptovalute tramite Exchange, è che queste piattaforme sono spesso vittime di attacchi hacker. Tra il 2013 e il 2018 si conta il periodo peggiore, mentre da un paio di anni sono diventati più rari. Forse perché gli Exchange hanno preso le giuste contromisure.

Tuttavia, come si suol dire, la prudenza non è mai troppa. Meglio quindi trasferire il prima possibile le criptovalute in proprio possesso dal wallet verso wallet “freddi”. Ossia quei wallet che per funzionare non necessitano di connessione. Come le S-Pen, i software per Pc o i wallet cartacei.

Altro modo per comprare criptovalute sono i Broker, che offrono la possibilità di farlo tramite i cosiddetti CFD. Acronimo di Contract for difference. Contratti di tipo derivati, in quanto il loro valore riflette quello di un asset sottostante.

I CFD offrono la comodità di poter investire su asset di diversa natura: dalle criptovalute, appunto, alle materie prime. Passando per ETF, materie prime, valute Forex, indici azionari ed azioni.

Inoltre, i CFD consentono di investire su Ripple sia al rialzo che al ribasso.

Comprare Ripple conviene?

Come detto, più volte si è ritenuto che il prezzo di Ripple prendesse il volo. Soprattutto alla fine di ogni accordo concluso, con banche o piattaforme money transfer. Ma ciò, a parte qualche breve sussulto durato poche ore, non è mai avvenuto. Il rally non ha mai avuto un supporto particolarmente solido. Così come non è mai riuscito a sfondare resistenze più forti.

Al momento della scrittura ecco quale è la quotazione in tempo reale del prezzo di Ripple :

Con una capitalizzazione di mercato di 12.201.824.259 USD. Perdendo di fatto il terzo posto, scivolando al quarto. In luogo di Tether, che registra un market cap di 12.985.870.839 USD. Ed un prezzo di 0,99 USD.

Storicamente, il prezzo di Ripple ha toccato il suo massimo come detto in precedenza ad inizio 2018. Con un valore di 2700 dollari.

Poi il lento declino, arrivando a toccare il suo periodo peggiore a marzo 2020. Perdendo il supporto di 0,20 dollari. Poi ad aprile una ripresa, sfondando anche la resistenza di 0,30 dollari. Ora è tornato sotto questo livello.

Ripple può essere molto interessante soprattutto per quanti vogliono perseguire una strategia cassettista. Ovvero, acquistarlo quando il suo prezzo è alquanto basso e poi attendere dei rialzi. Che, come detto, generalmente durano pochi giorni. Se non addirittura poche ore. Quanto meno, si può guadagnare da questi momenti.

Così come, si può guadagnare dai suoi crolli, puntando al ribasso del suo prezzo. Come visto, tramite i CFD è possibile farlo.

Ripple partnership concluse

Abbiamo detto che una caratteristica atipica di Ripple è quella di stringere accordi con Banche e piattaforme Money transfer.

Per esempio, dal novembre 2017, Ripple ha stretto un importante accordo con Santander e American Express. L’annuncio ha portato un rialzo del prezzo di oltre un terzo. Sebbene occorra dire che, considerando che l’uso effettivo di XRP era ancora sconosciuto, si è verificato il più classico dei “pump and dump”.

Un anno prima è arrivato l’accordo con SBI Holdings Inc., al fine di semplificare le rimesse e i pagamenti transfrontalieri istantanei. Il servizio che sfrutta XRP è “Money Tap”.

Nel giugno 2019, Ripple ha stretto un accordo anche con la piattaforma più utilizzata di Money transfer: Money Gram. Tuttavia, l’accordo ha dato grandi soddisfazioni in Borsa soprattutto a quest’ultima. Dato che il prezzo di XRP ha guadagnato solo il 10-12% nei primi giorni, mentre le azioni di Moneygram il 160%.

Ripple ha sfondato anche le porte mediorientali, stringendo un accordo con la National Bank of Fujairah PJSC (NBF), degli Emirati Arabi Uniti. Nel marzo 2020, ha collaborato con Ripple per capitalizzare i vantaggi di RippleNet.

MoneyMatch ha iniziato ad adoperare XRP dall’aprile 2018. si tratta di una FinTech malese destinata alle piccole e medie imprese (PMI), per pagare in modo rapido e sicuro i fornitori globali in maniera istantanea. MoneyMatch ha quantificato nel 40% la riduzione dei propri costi operativi.

Standard Chartered Bank (SCB) nel 2016 ha deciso di investire in Ripple, entrando così nel suo CDA. E’ diventato pure membro del comitato direttivo e del Global Payments Steering Group (GPSG) di Ripple.

Da agosto 2019, anche le principali Banche dell’Australia, Westpac Institutional Bank e Bank of Australia, hanno iniziato ad utilizzare XRP per le transazioni di livello mondiale.

Royal Bank of Canada ha iniziato ad adoperare Ripple da settembre 2018, annunciando di aver praticamente quasi dimezzato le proprie commissioni.

Tra l’altro, RBC fa parte del comitato che definisce le regole standard per le transazioni bancarie basate su DLT.

Queste sono solo alcune delle partnership strette da Ripple. Non bisogna dimenticare anche UniCredit, National Bank of Abu Dhabi o UBS.

Comprare Ripple con eToro

Il Broker eToro (clicca qui per saperne di più)è sicuramente tra i più consigliabili se si vuole comprare Ripple in tutta sicurezza.

Parliamo di un Broker che vanta prestigiose licenze come CySEC, FCA e ASIC. Commissioni basse sui servizi che offre e zero sul trading, prevedendo solo lo spread (è spread-only).

Il Broker eToro offre diversi servizi innovativi, come il copy trading tramite CopyTrade. Dove è possibile copiare i trader migliori, selezionandoli tra tanti in base alle loro statistiche di trading.

I trader copiabili si chiamano Popular trader e guadagnano a loro volta una commissione su ogni trader “followers”.

Altri servizi interessanti di eToro sono il Social trading, uno spazio simile ai più comuni Social newtork, dove i trader possono condividere post e seguire cosa pubblicano gli altri. Naturalmente a tema trading online.

Importante è anche il CopyFunds, dove è possibile investire su pacchetti di asset selezionati da sofisticati algoritmi, sempre con la supervisione di tecnici “in carne ed ossa”.

Il Broker eToro prevede un solo account, con deposito minimo di 200 euro.

Per aprire un conto demo su eToro clicca qui.

66% dei trader retail perde soldi facendo trading con questo broker CFD. Dovresti considerare i rischi di perdita di denaro

Come comprare Ripple con ForexTB

Il Broker ForexTB (clicca qui per saperne di più) offre anche esso la garanzia di non essere una truffa, visto che ha licenza CySEC. E’ anche esso spread-only, con commissioni molto competitive.

ForexTB offre un discreto materiale formativo, un Conto demo con 100mila euro virtuali per fare pratica senza rischiare i propri soldi reali.

Il Broker propone 4 account, con un deposito minimo di 250 euro. Più si alza il livello di account scelto, quindi pagando un deposito minimo maggiorato, più si ottengono servizi e vantaggi.

Tra i servizi offerti da ForexTB, dobbiamo segnalare i segnali di trading, elaborati da Trading Central. Una società che è stata premiata per molti anni per i suoi segnali di trading, ma che offre anche altri servizi riguardanti il trading online. Oltre ad avere licenza a sua volta come Broker per operare negli Usa, Francia e Hong Kong.

Cosa sono i segnali di trading? Si tratta di suggerimenti su quando, dove e come investire sui mercati finanziari. Dopo aver fatto una approfondita analisi tecnica e fondamentale.

Per sfruttare segnali ed i servizi di ForexTB clicca qui.

Comprare (e vendere) Ripple con Plus500

Il Broker Plus500 (clicca qui per saperne di più) risulterà familiare a chi segue il calcio. Dato che è sponsor dal 2015 di una squadra prestigiosa a livello europeo come l’Atletico Madrid. E da poco tempo di una squadra italiana: l’Atalanta. Grande sorpresa degli ultimi anni.

Plus500 offre un unico account, con un deposito minimo di 100 euro. Una Live chat per ottenere assistenza in tempo reale, oltre 2mila asset tra i quali scegliere e 32 lingue diverse.

Per aprire un conto demo con Plus500 clicca qui.

76.4% dei conti al dettaglio CFD perde denaro. Prima di fare trading dovresti cercare di capire come funzionano i CFD ed i rischi di perdita di denaro che comportano.

Come comprare Ripple con Trade.com

Trade.com (clicca qui per il sito ufficiale) è l’ultimo Broker con cui concludiamo questo articolo. Questo Broker ha tante licenze – CySEC, FCA, ASIC, FSCA – che ne attestano la sicurezza.

Offre la possibilità di scegliere tra 5 account diversi, con un deposito minimo di 100 euro. Ogni account offre servizi e privilegi in crescendo, più aumenta ovviamente il deposito.

Anche Trade.com offre i segnali di trading di Trading Central. Altra caratteristica è il fatto che offra fino a 5 wallet diversi già confezionati dal Broker, contenenti titoli azionari divisi per determinate caratteristiche.

Molto ampia anche l’offerta formativa del Broker. Mentre il Conto demo si rinnova ogni volta che arriva a zero.

Per saperne di più sui servizi di Trade.com clicca qui.

LEAVE A REPLY