Andamento Piatto per la Coppia BTC-USD: Non si scappa dal Box 9.000-10.000

Il cambio Bitcoin-Dollaro continua ad essere scambiato nello sfiancate range laterale, 9.000-10.000, che sta condizionando l’andamento della coppia ormai da un mese e mezzo.

Al momento della scrittura, il rapporto di cambio tra il re delle criptovalute ed il biglietto verde sta facendo registrare un calo di quasi 1 punto percentuale, prezzando in area 9.130. Scende sempre più la volatilità, con il range massimo-minimo settimanale che si è ridotto ad una manciata di punti percentuali.

Esperti ed analisti del mondo cripto fanno sapere che le quotazioni rimangono tuttavia sostenute dall’aumento della difficoltà di mining di BTC, balzata al 9,89%, che rappresenta il livello più elevato di sempre, con un valore pari a 17.300 miliardi.

Un report elaborato da Glassnode ha rivelato che il numero di indirizzi di Bitcoin, delle cosiddette “balene“, ovvero dei grandi possessori si è ridotto al minimo da un anno. Per balene si intendono indirizzi con almeno 10.000 BTC, ovvero con un valore vicino ai 92 milioni di dollari, che in questo momento sarebbero 100 in tutto il mondo, toccando i minimi da Giugno 2019. La suddetta ricerca ha inoltre svelato l’aumento dei portafogli con almeno 1.000 BTC, ossia con circa 9,2 milioni di dollari. Questa tipologia di indirizzi sarebbe invece salita al massimo storico, assestandosi a 2.100 unità. In ascesa anche quelli con 10 BTC (circa 92.000 dollari); mentre quelli con 100 BTC (920 mila dollari, circa), assestandosi sulle 16.000 unità, sarebbero scesi dai massimi del primo trimestre 2017, quando superarono le 17.000 unità.

Un’indagine condotta da una società canadese ha rivelato che l’età media dei possessori di BTC si sta aumentando. E’infatti triplicato il numero di indirizzi i cui proprietari hanno un’età compresa tra i 56 ed i 76 anni. L’aumento del numero di investitori più anziani e la costante crescita del numero di investitori della nuova generazione, i cosiddetti millenials, potrebbe pertanto sostenere le quotazioni del BTC nel lungo periodo.

Partiamo dal principio che per guadagnare con il trading online investendo sui Bitcoin è possibile, ma solo se ci si affida a dei broker seri e professionali, come ad esempio lo è ForexTB (clicca qui per visitare il sito ufficiale). Ad esempio ForexTB offre un servizio ottimo di segnali gratuiti (che puoi ricevere cliccando qui) per essere subito operativi su Bitcoin, un bel vantaggio.

Andamento Cross BTC-USD sul Breve-Medio Periodo

Media mobili di riferimento sempre più “strizzate“ per il cambio Bitcoin-Dollaro, sempre più ingessato in area 9.000-10.000. Come in evidenza sul grafico con time-frame giornaliero in alto, infatti, le tre EMA di riferimento a 10-25 e 50 periodi risultano compresse in poco meno di 1 punto percentuale. Si tratta di un evento molto raro per un asset di natura molto volatile come il BTC.

Le tre medie mobili, al momento, transitano tra 9.221 (EMA 50) e 9.265 (EMA 25). In mezzo in area 9.233 si colloca invece EMA 10.

L’eventuale discesa, in chiusura settimanale, al di sotto dei livelli appena indicati potrebbe causare ulteriore debolezza e la fuoriuscita dalla parte bassa del trading-range. I primi target ribassisti si individuano in area 8.600-8.500; mentre l’obiettivo successivo cade in area 8.000-7.800.

La tenuta dei supporti appena indicati, invece, potrebbe favorire il ritorno verso la resistenza dinamica in area 9.500 che, se superata, potrebbe proiettare le quotazioni verso la parte alta della congestione. Oltre area 10.000-10.200, in chiusura settimanale, invece, potrebbe favorire un successivo allungo in area 11.000.

Andamento Cambio ETH-USD sul Breve-Medio Periodo

La coppia Ethereum-Dollaro si è invece portata sui minimi degli ultimi 10 giorni, cedendo, mentre scriviamo, poco più del 2% a quota 232. Rimane pertanto intatta la congestione di breve periodo che ingabbia le quotazioni, individuata in area 230-245.

Modello di Trading Cambio Btc-Usd – Valido da 1 a 5 Giorni

Il modello di trading rialzista si attiva in caso di allungo oltre quota 9.232 in chiusura di candela oraria o daily e consiglia di prendere profitto in area 9.381 e 9.533 ; stop loss in caso di ritorno sotto quota 9.082 in close orario o giornaliero. Mantenere o attivare nuove posizioni Long in caso di ulteriori estensioni oltre quota 9.533 in chiusura di candela oraria, per puntare prima a quota 9.787 e successivamente a quota 9.941; stop loss in caso di close orario minore di quota 9.381

Suggeriti ulteriori Long in caso di nuovi acquisti oltre quota 9.941 in close orario o daily, per tentare di prendere profitto in area 10.101 e 10.366, estesa a quota 10.637; stop loss in caso di ritorno sotto quota 9.787 in chiusura giornaliera

Comprare sulla debolezza in caso di affondo in area 7.938, per approfittare di eventuali rimbalzi in area 8.151 e 8.370, con possibili estensioni verso area 8.508; stop loss con discesa sotto area 7.730 in close daily.

Il modello di trading ribassista, invece, si attiva con discesa sotto quota 9.082 in chiusura oraria o daily, e pronostica i primi due obiettivi in area 8.935 e 8.790; stop loss in caso di recupero oltre quota 9.232 in chiusura oraria. Mantenere o incrementare le posizioni ribassiste in caso di close orario minore di quota 8.790, per sfruttare possibili flessioni, in primo luogo a quota 8.648 e in seconda battuta a quota 8.508; stop loss in caso di ritorno sopra quota 9.082 in chiusura di candela oraria.

Lecito approfittare di eventuali discese sotto quota 8.508 in chiusura oraria o giornaliera, per cercare di ricoprirsi in un primo momento a quota 8.370 e successivamente a quota 8.151, estesa a quota 7.938; stop loss in caso di recupero sopra quota 8.648 in close daily.

Short speculativi in caso di allungo in area 10.637, per sfruttare eventuali storni verso area 10.366 e 10.101, estesi a quota 9.941; stop loss in caso di ulteriori allunghi oltre quota 10.916 in chiusura daily.

LEAVE A REPLY